A Pasqua le nostre tavole saranno imbandite di uova di tutti i tipi, dalle classiche uova di cioccolato, alle uova sode decorate dai più piccoli, fino a trovarle all’interno di tipici dolci della tradizione Pasquale.

Dovete però sapere, che esistono anche uova poco conosciute e ancor meno utilizzate in cucina, in grado di apportare molti benefici, in particolare nei soggetti allergici.

Mi riferisco alle uova di quaglia giapponese (coturnix japonica)

come cucinare le uova di quaglia

La medicina tradizionale giapponese utilizza da oltre 400 anni le uova di quaglia per prevenire le crisi allergiche. In Europa solo negli ultimi 30 anni diversi studi hanno confermato le basi scientifiche delle tradizione orientale. Infatti al giorno d’oggi l’omogenato di uova di quaglia si trova in moltissimi rimedi naturali contro le allergie.

Che differenze ci sono rispetto alle uova di gallina?

A livello culinario nessuna, se non la grandezza: per 1 uovo di gallina equivalgono circa 4 uova di quaglia. Il sapore è lo stesso e possono essere sostituite in tutte le preparazioni che richiedano le uova.

A livello nutrizionale invece, le uova di quaglia contengono ovomucoidi (proteine presenti nell’albume) differenti rispetto a quelle contenute nell’uovo di gallina.

Infatti, se queste ultime possono manifestare un effetto allergenico, al contrario, gli ovomucoidi dell’uovo di quaglia hanno un potente effetto antinfiammatorio a livello epatico e anti-allergenico, utilissime quindi nella prevenzione della pollinosi e delle allergie respiratorie.

Tuttavia, non basta introdurre le uova di quaglia nella vostra alimentazione per risolvere i problemi di allergia.

Questa “cura” deve essere accompagnata anche da un’alimentazione bilanciata e basata su cibi che contengano una bassa quantità di istamina.

Capite che se in primavera fate la  cura anti-istaminica e allo stesso tempo vengono mangiati quotidianamente molti cibi contenenti istamina, sicuramente non migliorerò la situazione, anzi….

Quali sono alcuni dei cibi da ridurre per una prevenzione alle allergie?

Cibi esotici (Ananas, Kiwi, Banane…), carne e pesce in scatola, affettati, formaggi stagionati, uova di gallina, arachidi, anacardi, spinaci, pomodori, banana, cacao, crostacei e molluschi.

Per ulteriori approfondimenti, contattami. Potrò fornirti supporto dal punto di vista biologico e nutrizionale.

Vi ricordo inoltre che le visite negli studi medici per ora sono sospese, ma è sempre possibile effettuare consulenze online. Scrivimi per saperne di più!

Ora l’importante è #restareacasa

 

Buona Pasqua…

Greta Pisani

 

La Domenica la colazione è speciale con le ROSE DEL DESERTO 🌹🏜️

Questi biscottini sono adatti a tutta la famiglia 👨‍👩‍👧‍👧, senza glutine e senza proteine del latte né lattosio. Assolutamente da provare! 🤤Ecco la ricetta⬇️

L'immagine può contenere: cibo

Ingredienti 📝

60g di Farina di riso
40g di fecola di patata
80g di farina di mandorle (o mandorle tritate)
1 uovo
80g di burro chiarificato ammorbidito
70g di zucchero
80g di uvetta
Mezza bustina di lievito (meglio se vanigliato)
Cornflakes di mais 30g + decorazione esterna q. b.

Procedimento 👩‍🍳
In una ciotola mischiare lo zucchero con il burro ammorbidito. Unire poi uova, farine di riso e mandorla, fecola di patata, lievito, uvetta e 30g di Cornflakes tritati. Impastare qualche minuto con le mani e riporre l’impasto in frigo. Trascorsa 1 ora, ricoprire una teglia con la carta forno e disporvi sopra, uno a uno dei dischetti dell’impasto preparato, amalgamandoli con le mani. Ricoprire i dischetti sopra e sotto con altri Cornflakes. Infornare per 15 minuti a 160° in forno preriscaldato e altri 8-10 minuti a 180°.
Potrete verificare la cottura quando i vostri biscotti risulteranno dorati in superficie e inonderanno la cucina di profumo.
Buon appetito 😋

In queste giornate grigie, tutti abbiamo bisogno di un po’ di dolcezza…questa torta vi tirerà su il morale, mi raccomando però,  se deciderete di mettervi ai fornelli,  dovrete anche essere muniti di una buona dose di autocontrollo… Altrimenti nuocerà gravemente alla vostra salute 😆

L'immagine può contenere: dessert e cibo

Ingredienti 📝
100g burro chiarificato
4 tuorli
4 albumi
100g di zucchero a velo (o normale)
80g di zucchero
130g di cioccolato
100g di farina di riso
200g di confettura alle albicocche

Per la glassa (dosi dimezzate rispetto alla ricetta originale) :
60ml di acqua
70g di zucchero
75g di cioccolato

Procedimento 👩‍🍳
In una ciotola mescolare il burro morbido a temperatura ambiente insieme allo zucchero a velo (100g). Inserire uno alla volta i 4 tuorli e montare tutto fino ad ottenere un composto spumoso.
Sciogliere il cioccolato a bagnomaria e aggiungerlo al resto.
Montare a neve gli albumi, versarvi lo zucchero (80g) e aggiungere il tutto all’impasto. Setacciare la farina di riso e mescolare bene con un cucchiaio.
Rivestire con carta forno il fondo di una tortiera a cerniera e oliare i lati. Versare l’impasto e cuocere 55-60minuti a 170°.
Una volta cotta, lasciarla raffreddare, tagliarla a metà orizzontalmente con un coltello affilato, stendere la marmellata e sovrapporre di nuovo le due metà.

Per la glassa fare bollire l’acqua con lo zucchero (70g), quindi aggiungere il cioccolato continuando a mescolare. Versare la glassa tiepida sulla torta in una sola volta e riporre in frigorifero.
Buon appetito 😋

Tutti in questo periodo siamo messi a dura prova dal costante allarme a cui siamo sottoposti, dalla quarantena in casa, dal cambio improvviso dei nostri stili di vita.
Ecco allora qualche piccolo trucco per supportare il nostro sistema nervoso e il nostro corpo durante questa situazione anomala e per mantenersi in forma sia fisicamente che psicologicamente.

1-  Mantenere un corretto ritmo circadiano

Mantenere un corretto ritmo circadiano (ritmo giorno-notte) è necessario per aiutare il nostro organismo a non perdere tutti i sistemi di regolazione che avvengono seguendo questo ciclo (tra cui anche la stimolazione del sistema immunitario).

Come fare?

Dormire almeno 8 ore (fin qui non credo ci siano problemi), ma…svegliarsi entro le ore 9! Aprire tutte le finestre in modo da utilizzare la luminosità e, per qualche minuto, anche il freddo come stimolo al sistema nervoso.
Fare una abbondante colazione (che non avrete problemi a fare se la sera precedente avete mangiato poco e siete andati a letto entro le ore 23). Verso sera, può aiutare una doccia calda o meglio ancora un bagno, evitare liti serali e spegnere le luci o utilizzare luci soffuse dopo le ore 21.

2) Mantenere e stimolare i contatti sociali.

Al giorno d’oggi questo è reso più semplice dalla tecnologia, quindi ok a videochiamate e chat di gruppo. Sentite vecchi amici e parenti distanti, questo sicuramente vi aiuterà ad abbattere l’isolamento sociale a cui siamo sottoposti, in particolare per chi vive da solo.

3) Fare un buon uso del tempo.

Spesso quando ci si trova con molto tempo a disposizione si rischia di non riuscire a gestirlo, ci si trova a passare la mattinata sul divano, sui social, a mangiucchiare qualsiasi cosa capiti sotto tiro (con conseguenze drastiche sulla dieta).
Può essere utile in questi casi un programma giornaliero, in cui saranno stabiliti gli orari dei pasti da rispettare e gli obiettivi durante il giorno.

Esempi di obiettivi?

Dal più semplice riordinare quell’angolo di sgabuzzino che non pulivate da mesi, alla creazione di nuove ricette (equilibrate!) per tutta la famiglia. Si possono coltivare nuovi hobbies come il bricolage, il giardinaggio (i fortunati che dispongono di un giardino), la lettura, o sviluppare nuove competenze, dall’imparare una nuova lingua a suonare uno strumento musicale (se l’avete in casa).
Il programma giornaliero dovrà includere anche l’attività fisica, svolta in casa. Esistono numerose App e video con molti programmi di allenamento per tutti i livelli.

4) Mangiare sano.

In situazioni di allarme e di forte stress, il nostro cervello adotta dei meccanismi di sopravvivenza che richiederanno maggior concentrazione di zucchero nel sangue, per cui la voglia di dolci e di schifezze aumenterà.

Come tenere a freno la fame?

Fare pasti completi ed equilibrati ad orari costanti. Mantenere gli spuntini con frutta fresca, macedonie meglio se abbinate a frutta secca come noci, nocciole e mandorle.
Fare una colazione sostanziosa che permetterà di mantenere la sazietà più a lungo, mentre a cena, restare leggeri prediligendo proteine e vegetali.

Ultimo, ma non meno importante, ricordatevi di idratarvi!!! Non avete scuse per non bere, ora che siete a casa ed il bagno è a vostra disposizione, imponetevi di bere almeno 1 bicchiere all’ora!

5) Emozioni positive.

Anche se la situazione è drammatica, fare il possibile per sviluppare emozioni positive. Per esempio ascoltare il telegiornale non più di 1-2 volte al giorno, evitare di leggere in continuazione i bollettini di guerra che circolano sul web. Dedicatevi alla famiglia, alle piccole cose quotidiane da fare, riguardate vecchie fotografie, giocate con i vostri bambini. Ricordatevi che il vostro umore condizionerà quello delle persone che ci circondano. Quindi, restate positivi.

 

Per ulteriori approfondimenti, contattami. Potrò fornirti supporto dal punto di vista biologico e nutrizionale.

Vi ricordo inoltre che le visite negli studi medici per ora sono sospese, ma è sempre possibile effettuare consulenze online. Scrivimi per saperne di più!

Ora l’importante è #restareacasa.

E’ lei, una buona alternativa per variare la vostra colazione,  La Torta Caprese🥧

La particolarità di questa torta è che al posto della farina si utilizzano mandorle tritate e cacao🍫, rendendo questo dolce una buona fonte di vitamine e minerali, come vitamina E, magnesio, ferro, calcio, ma anche grassi buoni e antiossidanti !

Inoltre conferisce un miglior potere saziante grazie alla maggior componente grassa e proteica rispetto alle farine tradizionali !

Non resta che provarla…
…Ecco la ricetta:

L'immagine può contenere: dessert e cibo

Ingredienti 📝
2 uova
120g di mandorle tritate
80g di zucchero
60g di cioccolato fondente
25g di cacao amaro
50 ml circa di acqua tiepida
30 ml di bevanda vegetale di riso

Procedimento 👩‍🍳
Sciogliere a bagnomaria il cioccolato con la bevanda di riso e lasciarlo intiepidire. Nel frattempo sbattere le uova con lo zucchero. Aggiungere all’impasto il cacao amaro, le mandorle tritate, il cioccolato fuso, e, poco alla volta, l’acqua tiepida. Dovrà risultare un impasto omogeneo, non troppo liquido. A questo punto foderare una tortiera di 16cm di diametro con carta forno e cuocere per 25 minuti a 170 °
Buon appetito 😋

 

L'immagine può contenere: dessert e cibo

Ecco un breve riassunto riguardo alcuni accorgimenti utili pubblicati dall’Ordine Nazionale dei Biologi (ONB).

Sapevate che la prima risposta immunitaria avviene per il 70% nell’intestino?

Quindi prima di tutto, dobbiamo avere un intestino in Eu-Biosi, ovvero, bisogna mantenere in salute il nostro intestino con una corretta alimentazione.

I soggetti con un intestino in DISBIOSI (condizione che si riconosce con alvo irregolare, gonfiore, meteorismo…) avranno una capacità immunitaria più debole.

MANTENERE L’IMMUNITA SIGNIFICA MANTENERE IN EQUILIBRIO L’INTESTINO

Come fare per mantenere un intestino SANO? Ecco qualche semplice regola

  • introdurre fibre vegetali nella dieta , compresi gli estratti (esclusivamente di verdure in caso di disbiosi intestinale). Queste sono fondamentali per “nutrire” i nostri batteri buoni.
  • E’ importante fare attenzione ad alimenti che possono infiammare l’intestino e che, a lungo termine nei soggetti più sensibili possono causare una “leaky gut syndrome” e conseguente immunosoppressione.I principali alimenti sono le caseine e il glutine che si trovano in grande abbondanza nei prodotti di uso quotidiano.
  • Riequilibrare e mantenere le membrane dei nostri enterociti (cellule intestinali) integre, attraverso un buon uso di olio di oliva e olio di semi di lino. Consiglio l’ultilizzo di oli freschi, quindi considerate sempre la data di produzione piuttosto che quella di scadenza. Inoltre è buona abitudine utilizzare questi oli a crudo, evitando soffritti e soprattutto, prodotti nei quali si trovano cotti ad alte temperature, ad es. Crackers, taralli, grissini, focacce…

COSA FARE IN CASO DI FEBBRE?

  • NON combatterla. La febbre è un mezzo naturale che il nostro corpo adotta per affrontare l’agente patogeno. Fino a 38,5 gradi non c’è da allarmarsi, qualora dovesse aumentare, utilizzare pezze bagnate con acqua fredda e alcool prima di ricorrere al farmaco. (la situazione è differente nei bambini)
  • Riposare
  • Idratarsi con liquidi caldi (ricordiamoci che il calore, proprio come la febbre, aiuta a combattere il virus) . Evitare il latte, che contiene caseine.
  • Digiunare qualora non si avesse appetito.

COME SI PUO’ AIUTARE L’ORGANISMO A PREVENIRE L’ATTACCO VIRALE?

Esistono diversi nutraceutici che permettono all’organismo di essere più preparato e fronteggiare meglio la situazione, generamente si consiglia un’integrazione a base di TRANS-RESVERATROLO e BETA-GLUCANI, accompagnati da una buona dose di Vitamina C.

Questi rimedi aiutano a bloccare la proliferazione del virus nel nostro corpo.

Inoltre può essere utilizzato anche il COLOSTRO, un prodotto che aumenta la proprie difese immunitarie.

Di seguito il link completo pubblicato dall’ONB

Lo sapevate che le linee guida per una sana e corretta alimentazione prevedono 5 porzioni di frutta e verdura al giorno🥗?
Nel quiz pubblicato nelle storie è emerso che il 70% di chi ha risposto mangia 3 porzioni tra frutta e verdura al giorno. Il 15% ne mangia 5 al giorno 👏 mentre il restante 15% 1 al giorno 😑

Attenzione però, le linee guida si riferiscono alla popolazione generale, ogni persona andrebbe analizzata singolarmente in base al proprio stile di vita 🏘️👨‍👩‍👧‍👦🏃

Una cosa è sicura, si può mangiare la frutta (e la verdura) anche in modi alternativi per renderla più gradevole, sempre che sia consumata nei momenti giusti della giornata….🕰️
Per esempio, se vi dicessi che a colazione oppure DOPO l’allenamento potreste mangiare questo buonissimo strudel? 😋

Ottimo anche per i bambini👶, con i quali si fatica sempre a fargli assumere frutta e verdura!

Quindi, tutti ai fornelli… Vi assicuro che è una ricetta davvero veloce e il risultato è assicurato!

STRUDEL PERE E CIOCCOLATO 🍐🍫

L'immagine può contenere: cibo

Ingredienti 📝

400g pere mature tagliate a cubetti
30g mandorle tritate
80g di gocce di cioccolato extra fondente
100g di zucchero
30g di pangrattato
1 cucchiaino di cannella
1 rotolo di pasta frolla per dolci

Procedimento 👨‍🍳
Unire le pere a cubetti, le mandorle tritate, lo zucchero, le gocce di cioccolato, il pangrattato, la cannella e mischiare tutto insieme.
Stendere 1 rotolo di pasta frolla per dolci e bucherellare con 1 forchetta (per evitare che si rompa in cottura, e fuoriesca tutto il contenuto, come è successo a me😅) .
Disporre tutti gli ingredienti sulla base di pasta frolla e chiuderla a formare un “calzone”.
Infornare per 35-40 minuti a 180° in forno preriscaldato.
Buon appetito 😋

Sono proprio gli alimenti più salutari che spesso vengono a mancare sulle nostre tavole…. È per esempio il caso della BARBABIETOLA !

Questo alimento è una vera e propria fonte di sostanze antiossidanti e antinfiammatorie oltre a vitamine e minerali.
È particolarmente indicata per le persone anemiche, visto il suo buon contenuto di ferro. Consigliata anche per le donne in gravidanza data la considerevole presenza di acido folico.
Insomma, un alimento importante per il benessere del nostro organismo.

Un buon modo per consumarla, visto che non a tutti piace (me compresa 😅) è quello di inserirla in ricette particolari così da mangiare qualcosa di buono che ci fa anche bene 😉!!!

Un esempio? Oggi ho preparato la Barba-Torta.. Ecco la ricetta

Ingredienti 📝
Mandorle 150g
Rapa rossa lessata 250g
Latte di riso 200ml
Zucchero 120g
Farina di mais o riso 200g
Cacao amaro 50g
Olio di mais 50ml
Lievito 5g

Procedimento 👨‍🍳
Frullare le mandorle fino ad ottenere un composto sabbioso.
Frullare a parte anche le barbabietole insieme al latte di riso.
Porre in una terrina tutti gli ingredienti e mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo. Ricoprire una tortiera con carta forno e cuocere 35 minuti a 180°
Buon appetito… E Buon Natale 😋

Parliamo di Avogado🥑, l’ingrediente segreto della nutella vegetale!

L'immagine può contenere: dessert e cibo

Frutto esotico poco utilizzato in Italia, con ottime proprietà nutrizionali.
È un alimento che all’inizio potrebbe spaventare chi è a dieta essendo molto energetico in quanto ricco di grassi.
Ma…facciamo un po’ di chiarezza⤵️

▶️ Non demonizziamo i grassi solamente perché hanno più kcal! Se presi nelle giuste quantità e (soprattutto) nei momenti giusti della giornata infatti possono essere ottimi alleati della nostra salute!
▶️ I grassi che prevalgono nell’avocado sono di tipo monoinsaturi e polinsaturi (grassi buoni) , con grande quantità di acido oleico, esattamente come quello contenuto nell’olio di oliva.
Ma non è finita qui…
▶️ L’avocado è anche ricchissimo di minerali come potassio, magnesio, zinco e fosforo. E non mancano le vitamine come la B5, B6, Folati e vitamina K, C, E.

In cucina è un alimento molto versatile 👨‍🍳
Si può utilizzare per arricchire insalatone 🥗 o creare salse come il guacamole, oppure può essere utilizzato per la preparazione di dolci in sostituzione al burro.

👉Ecco una ricetta molto veloce per preparare una mousse che si può utilizzare come crema spalmabile sul pane o sulle fette biscottate.

Ingredienti 📝

1 avocado maturo🥑
80g miele
8 cucchiaini di cacao amaro
Una tazzina di bevanda vegetale di mandorla

Tagliare a metà l’avocado, rimuovere il seme ed estrarre la polpa con un cucchiaio. Frullare la polpa insieme alla bevanda vegetale. Aggiungere nel frullatore il miele ed il cacao e frullare tutto insieme fino a creare una crema omogenea. Mettere la crema in un vasetto di vetro e lasciare riposare in frigorifero per almeno 10 minuti.
Si conserva in frigorifero per circa 3 giorni (sempre che duri 😋)
Buon appetito!

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Il PRANZO è uno dei momenti più importanti, insieme alla colazione, per gestire la fame durante la giornata.
Uno degli errori più frequenti è quello di mangiare poco e velocemente o addirittura saltarlo per mancanza di tempo.
In questi casi il rischio è quello che si apra una voragine non appena si rientri a casa la sera, mangiando tutto ciò che capiti sotto tiro.
Come fare per gestire la fame serale
Il mio consiglio è quello di ritagliarsi almeno 15-20 minuti da dedicare a questo importante pasto, magari preparandovi qualcosa il giorno prima.
Ecco un’idea davvero veloce e saziante: TORTA/MUFFIN SALATI con TONNO e PISELLI. Un ottimo pasto completo che si presta a molte varianti.

L'immagine può contenere: cibo e spazio al chiuso

 

Ingredienti 📝

Piselli 200g
Tonno sgocciolato 100g
2 uova grandi
Panna di riso (o normale) 200g
Olio di semi 20g
Farina di ceci 120g
Farina di mais 80g
Pangrattato 20g
Lievito 8g
1 cucchiaino di paprika
Alloro q.b.
Sale e pepe q.b.
Acqua q.b.

Procedimento 👩‍🍳
Saltare in padella qualche minuto i piselli con il tonno, aggiungendo sale, pepe e alloro.
A parte unire le uova, l’olio e la panna e mischiare. Unire anche tonno e piselli all’impasto.
Aggiungere la paprika, le farine, il pangrattato, il lievito e un pizzico di sale.
Mischiare aggiungendo circa 1 bicchiere d’acqua fino a rendere il composto omogeneo e senza grumi.
Foderare una teglia con carta forno oppure dei muffin e cuocere 25 minuti a 180°
Buon pranzo! 😋

L'immagine può contenere: cibo